Ci sono almeno tre aspetti da tener conto sulle ragioni della guerra Ucraina:

  1. Le ragioni di chi subisce la guerra d’invasione in Ucraina oggi, e dei territori russofoni che hanno subito gli attacchi ucraini di ieri. Inoltre, come afferma lo storico Barbero abbiamo la questione nazista molto sentita tra i russi che li hanno combattuti nella seconda Guerra Mondiale. Mentre alcuni dei reparti delle SS parlavano ucraino e hanno collaborato con i nazisti fino all’ultimo. Sempre Barbero: ed è difficile accettare l’esistenza di gruppi neo nazisti riconosciuti dalle autorità e integrati nell’esercito.
  2. I vantaggi economici della guerra: innanzitutto il Donbass che rappresenta per l’Ucraina il 42% del fatturato per i giacimenti minerari, e lo sbocco a mare, compresi quelli dei grandi gruppi industriali che si avvantaggiano dalla guerra per la vendita di armi.
  3. le questioni geopolitiche di USA e RUSSIA.

Approfondiamo le ragioni le molteplici ragioni della guerra Ucraina:

Le ragioni di chi subisce

Se si ragiona dal punto di vista di chi subisce gli effetti della guerra, ovviamente si trae la conclusione che questa guerra è sbagliata per tanti motivi tipici di ogni guerra (vittime innocenti, devastazioni, distruzione dei settori produttivi e così via). Soprattutto perché poteva essere evitata se le diplomazie avessero voluto, quindi tutti gli attori in campo hanno delle responsabilità. Non si può portare un popolo in guerra contro uno che è diecimila volte superiore e più forte militarmente.

I vantaggi economici di questa guerra

Ovviamente ci sono molti interessi economici in gioco. Innanzi tutto vi è la contesa di territori da parte dell’Ucraina e della Russia. Territori ucraini ma russofoni, nello specifico Crimea e Donbass, guarda caso sono territori strategici sia geograficamente che per le risorse energetiche e minerarie. Inoltre, abbiamo gli affari dell’industria bellica e di tutti quei settori multinazionali che traggono vantaggi da una guerra, ossia tutta la filiere produttiva bellica. Poi c’è la vendita di gas e cereali, tra cui il grano e i rischi di squilibri economici, che consiglio di leggere l’articolo La politica Ucraina da quando è stata invasa ad oggi.

La questione degli equilibri geopolitici tra USA e RUSSIA

Quest’ultimo punto, che non è per niente banale, dipende dalla Politica degli USA e dalla Politica della RUSSIA. La politica americana espansionistica capitalistica e liberista ha bisogno di una politica estera molto forte, infatti buona parte del debito americano diventa sostenibile proprio grazie a questa politica. Al tempo stesso la Russia dopo il crollo sovietico ha lasciato capo libero agli USA che ha fatto da padrona nel mondo, è riuscita a ridiventare una nazione a forte influenza geopolitica grazie alla sua politica estera. Forte anche dal loro arsenale bellico e nucleare, queste due grandi nazioni si sono guadagnate l’autorità a livello internazionale. Autorità conquistatasi su campo e che viene riconosciuta a livello globale, non a caso ci sono paesi che riconoscono gli USA ed altri che appoggiano la RUSSIA. Draghi e l’alleanza atlantica, appoggiando ovviamente gli interessi degli USA ha di fatto sancito l’autorità degli USA. Così facendo gli USA ed Europa hanno conquistato un ruolo di supremazia Occidentale, e con esso tutta una serie di vantaggi economici e militari. Non sottovalutando l’importante ruolo espansivo della NATO.

La politica della RUSSIA

La politica della RUSSIA sta già rafforzando i suoi rapporti commerciali con CINA e l’INDIA, e pian piano si sta conquistando tutta l’UCRAINA. Quindi non ne risentirà più di tanto della perdita di quote di mercato del gas che fornisce all’Europa. D’altro canto l’Europa già sta diversificando i suoi fornitori, in parte acquisterà il gas naturale liquefatto americano più costoso, che è meno sostenibile dal punto di vista ambientale di quello proveniente dai gasdotti russi (A proposito leggi l’articolo La politica Ucraina dall’invasione ad oggi). In tutto questo quando si ristabiliranno questi nuovi equilibri, nel frattempo Zelenski e gli ucraini stanno avendo la peggio con Ucraina sempre più russofona. Noi Occidentali certamente non potremo fare a meno di CINA e INDIA, e continueremo a fare commercio con i russi, ai quali non si potrà chiudere le frontiere a vita o impedirgli di essere liberi nelle nostre democrazie. Migliaia di oligarchi russi già stanno facendo causa per i beni confiscati, sulla questione dei beni confiscati consiglio di leggere questo.

Conclusione

Dall’analisi vengono fuori molteplici ragioni, sicuramente sono in gioco interessi locali e globali, quindi le cause sono molteplici, anche perché la rivoluzione Ucraina è stata finanziata da George Soros come sostiene questo articolo del Sole24ORE