La frontiera della ricerca sul concetto di qualità della vita, in sigla QDV, ci porta ad una nuova e più generale definizione con la quarta edizione dell’Ideologia della qualità della vita a cura di Domenico Esposito (teorico di sistemi multidisciplinari applicati alla QDV). L’Esposito spiega con molta chiarezza che la qualità della vita personale o territoriale è un equilibrio di un insieme di fattori interdipendenti. Tra questi contano tutti quei fattori legati all’interiorità dell’individuo. Quindi la percezione, le idee, le conoscenze che sono alla base della coscienza, le carenze conoscitive, i principi, i valori e così via. Pertanto ci sono da considerare aspetti soggettivi ed oggettivi.

Definizione di qualità della vita

La qualità della vita è un concetto immateriale, una relazione e un benessere materiale riconoscibile dai nostri sensi. In quanto concetto è un pensiero definito configurato, formulabile e utilizzabile sul piano intuitivo, logico e pratico da tutti noi. Infatti ognuno di noi ha un’idea di questo concetto. Quindi come relazione, la QDV è un insieme di fattori interdipendenti, infatti, ognuno di questi può influenzare l’altro o insieme di questi e viceversa. Infine, in quanto benessere materiale di una persona o territorio si può vedere, toccare e sentire. Essa è determinata dalle sue caratteristiche fisiche, chimiche, biologiche, fisiologiche, psicologiche, scientifiche, tecnologiche, religiose, culturali. Pertanto è una dinamica permanente dello sviluppo storico degli eventi conoscitivi funzionali al benessere. (approfondisci leggendo l’articolo sull’ideologia della qualità della vita)

I fattori da considerare

I fattori fisici, chimici, biologici, fisiologici, psicologici insieme a quelli politici, economici e sociali determinano la qualità della vita degli individui di un certo ambiente, e degli ecosistemi stessi, quindi diventa una misura del livello di benessere personale e territoriale.

L’ambito di ricerca è multidisciplinare. Quindi riguarda aspetti scientifici e culturali interni ed esterni al soggetto, che diventa oggetto di una valutazione di QDV mediante una serie di parametri. I parametri in parte sono oggettivi e in parte possono essere influenzati dalla coscienza. Per quanto riguarda i fattori comprendono in se categorie materialistiche e immaterialistiche, quindi anche spirituali, che riguardano la persona, qualsiasi individuo vivente o ecosistema ambientale, quindi territorio, paese, città. Insomma, si tratta di un concetto interdisciplinare, che racchiude in se diversi aspetti di natura paesaggistica, il cui significato, qui, comprende l’essenza della vita, nonché della sua storicizzazione ed evoluzione. Le relazioni e i rapporti che intercorrono tra questi molteplici fattori vengono analizzati sapientemente nel libro […]

L’ideologia della qualità della vita (in sigla IQDV) la scienza degli equilibri di stabilità funzionali al benessere

L’IQDV come dinamica permanete dello sviluppo storico degli eventi funzionali al benessere. Pertanto l’IQDV si presenta non solo come una profonda analisi dei fondamenti del benessere dell’uomo, ma in modo pratico, diventa un esempio tangibile e concreto di come si possa migliorare la QDV. Infatti propone una rigorosa riforma che comprende stili di vita e direttive che hanno lo scopo di far crescere il benessere personale e territoriale in relazione tra loro.

La definizione di qualità della vita che troviamo in questo libro […] (analizzata in tutti i suoi aspetti specialistici), essendo la più generale possibile, contiene in se tutte le altre definizioni attualmente esistenti.

Articolo a cura di Ettore della Seta

Per Ordinare una copia del libro clicca QUI