Personalismi e individualismi in aumento

Quali rischi per la qualità della vita?

like

L’esplosione dei social network porta il personalismo all’ennesima potenza. Vediamo come quest’aspetto possa influire sulla qualità della vita e sui comportamenti degli individui. Una società che mette sempre di più al centro il personalismo e l’individualismo può rappresentare un rischio se si finisce col non tener conto adeguatamente del bene comune, delle libertà altrui, dei diritti e dei doveri, tra cui spiccano quelli disciplinari ed amministrativi.

Ciò fa nascere l’esigenza di individuare nuove strategie educative e di coinvolgimento delle persone all’apprendimento. Sicuramente ci vuole uno sforzo da parte dell’educatore istituzionale ad immedesimarsi nell’educando per avvicinarsi a lui e coinvolgerlo, con il cosiddetto metodo della scuola inclusiva, dove l’uno cerca di capire le ragioni dell’altro, senza mai perdere di vista il programma ministeriale che è tenuto a svolgere per legge. Una scuola, quindi, più vicina e studenti più cooperativi, comprensivi e disciplinati. Il che significa che l’educando deve ben comprendere che non può pretendere una scuola a proprio uso e consumo, assoggettata ai suoi interessi esclusivi e personalistici, perché oltre al suo mondo personale c’è l’aspetto oggettivo della didattica, che ha il compito di dare, nel migliore dei modi possibili, le nozioni e gli strumenti inerenti alle materie insegnate affinché l’educando possa trarne beneficio, migliorando la qualità della vita sua e del suo ambiente.

Domenico Esposito