Il progetto mostra d’arte “La Natura Crea” rappresenta il naturalismo essenziale dell’autore, in quanto opera interamente creata dalla natura. L’artista naturalista, in questo caso, Domenico Esposito si diverte da sensibile osservatore a cercare e rivalutare oggetti di rilevanza artistica dispersi in natura. L’artista non fa altro che osservare, scoprire e rivalutare. Quindi l’oggetto acquista valore artistico grazie all’artista che lo mette in mostra dandogli un significato.

Il 15 febbraio del 2012 in onore della nascita dell’Accademia Italiana della Qualità della Vita è stata allestita una mostra d’arte con quattro opere realizzate ed istallate da Domenico Esposito, nonché fondatore dell’Accademia.

L’anno del Drago (Mostra d’arte “La Natura Crea”)

Mostra d’arte è un progetto dell’Accademia e del suo fondatore nato nel segno del Drago.

Citazione: “L’ultimo anno cinese del Drago è stato il 2012, così come il 1940, 1952, 1964, 1976, 1988 e il 2000. Molte famiglie sognano di avere un figlio “Drago”, animale maestoso della mitologia cinese, da sempre associato con l’Imperatore e collegato all’idea di potenza. Tant’è vero che negli scorsi anni del Drago (specialmente 2000 e 2012) si è registrato un aumento notevole delle nascite in Cina! Per quanto possa sembrare solo una superstizione, in realtà l’oroscopo cinese influenza la società molto più di quanto si creda”. (citazione presa sul sito viaggioincina.it per approfondimento CLICCA QUI)

Altre opere d’arte esposte

La prima opera si chiama: la forza della natura Figura n. 1 Sguardo di profilo fiero e coraggioso. Aspetto che simboleggia la forza imperturbabile della Natura e l’azione attiva, ferma e determinata dell’uomo. La seconda opera s’intitola: la malvagità della natura che si trasforma nella paura della morte Figura n. 2 Raffigura l’inquietudine e la malvagità di alcune forme d’esistenza. Infatti, lo sguardo inquietante di questo pezzo di legno emana terrore, con la sua malvagità espressa dal volto a forma: con le due corna, il naso e la bocca deforme e gli occhi scavati bui, come a descrivere le tenebre, quindi la morte. La terza opera si chiama Il dormiente Figura n. 3 abbiamo lo sguardo di profilo sofferente e dormiente. Aspetto che simboleggia la debolezza, la sofferenza, nonché un modo di essere dell’uomo passivo e ininfluente.

Come realizzare oggetti d’arte naturale

Questo progetto descrive come creare oggetti di arte naturale, raccogliendo pietre o pezzi di legno levigati dal mare, che si possono trovare su una spiaggia mentre si fa una passeggiata sia d’inverno che d’estate quando si è in vacanza. La prima cosa da fare è cercare, osservare e realizzare, grazie a un po’ di manualità ed esperienza.

Primo passo

Camminare su scogliere dove ci sono pietre o residui di legno portati dal mare durante le mareggiate. Munirsi di tanta pazienza e spensieratezza. Di solito le ore migliori per la ricerca sono al mattino presto oppure nel pomeriggio. Se si va alla ricerca di pietre l’orario migliore è il pomeriggio, questo è l’orario migliore perché con l’inclinazione del sole aumentano le possibilità di scorgere le pietre più interessanti.

Secondo passo

Una volta trovata una pietra, gli darete un nome che ovviamente dipenderà da ciò che a primo impatto esprime. La stessa cosa vale per il legno. L’unica differenza è che il legno va trattato con un impregnante a seconda del gusto. I trattamenti sono periodici e nel tempo va monitorato il rischio tarme. Le tarme sono piccolissimi insetti (Leggi QUI per approfondire)

Terzo passo

Analizzare l’oggetto dal punto di vista artistico per fare in modo che diventi una vera e propria opera d’arte. Questo aspetto richiede anni di studio, e vale tanto di più quanto il valore artistico dell’oggetto e della sensibilità dell’artista che lo esprime e lo mostra.

Come realizzare la mostra d’arte

Scegliere il luogo, lo spazio e gli strumenti per valorizzare al meglio gli oggetti artistici affinché diventino vere e proprie opere d’arte

Munirsi degli strumenti necessari per realizzare la mostra

Cercate tra le vostre cose in possesso a casa oppure acquistate un kit luci e qualche sfondo da apporre dietro l’oggetto per creare il giusto contrasto. Potete cercare anche su internet. Vi raccomando le luci sono importanti per creare la scenografia naturale necessaria a mettere in risalto la vostra scelta. Ovviamente ci vuole una macchina fotografica, una base dove apporre gli oggetti.

In conclusione ci dobbiamo solo divertire a far uscire fuori il meglio che desideriamo

Una volta posizionato l’oggetto sulla base con lo sfondo dietro, non ci resta altro che iniziare il nostro gioco di luci che andranno a mettere in risalto le peculiarità che abbiamo deciso di mettere in evidenza.

Vi raccomando sperimentiamo. La parola d’ordine è divertimento!

Domenico Esposito