Superbonus 110%; pro e contro

oco bonus 110Riporto dal sito del M5S: “Nel #decretoRilancio abbiamo introdotto una misura fondamentale per i cittadini, che potranno effettuare interventi di efficientamento energetico e adeguamento antisismico delle proprie case usufruendo del Superbonus al 110%.Un meccanismo assai vantaggioso, che avrà un effetto moltiplicatore per l’economia del nostro Paese, anche in termini di occupazione e porterà vantaggi sia ai singoli cittadini che alle imprese del settore.Grazie al meccanismo dello sconto in fattura e della cessione del credito, infatti, anche le famiglie con redditi più bassi potranno isolare il proprio condominio con un cappotto termico e sostituire l’impianto centralizzato di riscaldamento con uno più efficiente.Se sarà effettuato uno di questi due interventi gli ulteriori lavori di efficientamento realizzati saranno anch’essi soggetti al superbonus del 110%, come ad esempio l’istallazione di pannelli fotovoltaici o solari termici e infissi.Anche le aziende più piccole potranno lavorare, usufruendo della detrazione o cedendola alle banche come credito d’imposta. In questo modo avremo benefici sotto il profilo ambientale, sociale e del rilancio economico ed occupazionale del Paese, che oggi ne ha più che mai bisogno. Altro…
Questo provvedimento dà ai cittadini e al sistema produttivo grande fiducia e prospettive future, ed è utile a patto che si pianifichi bene il provvedimento e si vigili sui progetti, evitando la speculazione sui prezzi delle materie prime e le frodi sul rigonfiamento delle fatture e la falsificazione (A tal fine consiglio la seguente lettura: Perché il bonus del 110% per le ristrutturazioni è un potenziale boomerang, pubblicato da ILsole24ORE il 19 giugno 2020, postumo alla questa pubblicazione). Analizziamo bene il punto di vista dell’ideologia della qualità della vita, in sigla IQDV:
IQDV FOTOL’IQDV, ci insegna che non c’è solo la funzione di sviluppo da tener presenta, ma anche la funzione di controllo deve essere adeguatamente analizzata, altrimenti non si riescono a valutare bene i rischi dei provvedimenti e la sostenibilità degli stessi 
L’IQDV in quanto scienza degli equilibri di stabilità del benessere e finanziari dedica la dovuta attenzione al valore di un bene e ai prezzi, quindi all’equilibrio economico tra domanda e offerta, che varia a seconda del bene, proviamo ad applicare questo concetto al provvedimento in questione:
l’offerta per garantire un bene o servizio accessibile a tutti deve soddisfare la domanda ad un prezzo equo, altrimenti non tutti hanno la possibilità di acquistarlo, per cui la condizione d’equilibrio migliore in questo caso è la seguente.

K*Domanda≈K’*Offerta

il che significa che la domanda tende ad essere direttamente proporzionale all’offerta, cioè questi due fattori tendono ad equivalersi, mentre  se la domanda è maggiore dell’offerta il prezzo tende a salire,  al contrario diminuisce se la domanda è minore dell’offerta.

quindi se applichiamo la funzione di sviluppo e controllo dell’IQDV, e l’appropriato equilibrio economico, i prezzi di un bene o servizio tendono ad essere accessibili.
In questo modo i fattori di rischio tendono ad azzerarsi.

 

Pertanto attenzione alla reperibilità della materia prima, alla produttività interna e alle scorte necessarie a non far aumentare i prezzi, attenzione alla speculazione e alle frodi, anche perché se si accerta la truffa, è il cittadino committente a pagarne le conseguenze. Non è sufficiente dare fiducia, bisogna vigilare e sorvegliare, riducendo la speculazione, affinché un provvedimento sia sostenibile e sia accessibile a tutti, facendo in modo che i vantaggi possano essere raggiunti da tutti coloro che ne necessitano e i ricavi siano maggiori dei costi, che in parte verranno assorbiti dai Recovery fund
Copyright Domenico Esposito. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa, se non nei termini previsti dalla legge art. 631 del 1941 e successive modifiche, che tutela i diritti dell’Autore. Per ogni informazione contattare l’autore all’indirizzo di posta elettronica info@laqualitadellavita.it #Ideologiadellaqualitàdellavita