INELUTTABILE opportunità: gioia GRATUITA per te e la miglior definizione di “qualità della vita”!

La più proficua e completa definizione di “Qualità della Vita”.

Qualità della vita

Qualità della Vita:

Quale risulta, ad oggi, la più completa definizione d’un termine vieppiù riecheggiante?

ALLETTANTE CHANCE GRATUITA PER TE! (:-)

Dr. Francesco Catone, 22/04/2018

   Se si viaggiasse nel tempo o ci si recasse su d’un astro lontano parecchi anni luce con un potentissimo telescopio per saggiare una pratica applicazione delle spassose implicazioni irrealizzabili della teoria della relatività generale, diversamente da quanto parecchi immaginano, si constaterebbe che l’interesse verso diverse sfumature di qualità della vita è da attribuire ad epoche parecchio precedenti a quelle moderne. 

  Esclusivamente i tentativi di esplicitazione oggettiva formalizzata risultano relativamente recenti. Probabilmente, unicamente l’accezione moderna del termine “qualità della vita” è da ritenersi poco meno che contemporanea.

   Oltre cinquant’anni or sono, col termine “quality of life”, spesso in riferimento al welfare, negli USA soprattutto, si provò a delineare non più unicamente un resoconto quantitativo degli indicatori dell’ambito progresso ma, soprattutto, un ritratto forgiato da indici che anelavano valutare il benessere in un determinato contesto socioculturale (Rapley 2003).

Inintuitivamente rispetto al più radicato immaginario collettivo, risulta anteponibile ulteriormente, nell’identificazione della succitata accezione, la genesi delle moderne riflessioni formalizzate.

   Una pietra angolare fu solidamente cementata nel 1948, quando l’OMS delineo’ parametri, nello statuto ufficiale, miranti ad alcune “sfumature mediche” della “qualità della vita”. Il benessere non era più, unicamente, inversamente proporzionale alle malattie ed alle infermità. Si intravidero i primi orizzonti formali di correlabilità persino, per l’epoca, col “benessere sociale e psichico”.

  Era il 1954, poi, quando fu tracciata probabilmente la prima scia indelebile da mirare per coloro che, in seguito, avessero provato a percorrere i sentieri che conducono ai tentativi di stanare parametri adeguati alla definizione della qualità della vita. L’ONU individuo’ ben 12 parametri utilizzabili per le comparazioni internazionali volte a stimare ciò che etimologicamente non poteva essere più empiricamente quantificabile. Per gli affamati di conoscenza, ecco i parametri: salute, alimentazione,   istruzione, condizioni di lavoro, occupazione, consumo e risparmio, trasporti, habitat, abbigliamento, tempo libero, previdenza sociale e diritti dell’uomo.

   In seguito, la vieppiù, bramata, ricerca del benessere ha condotto ad innumerevoli affinamenti ed ipotesi. Non basterebbe un’enciclopedia per analizzarli.

Comunque, perché sprecare preziosi ed irripetibili istanti per esaminare miriadi di stelle quando la visione della galassia che le ingloba riesce ad acquietare le più proficue necessità? Perché sprecare preziosi ed irripetibili istanti per esaminare miriadi d’approcci quando risulta rinvenibile un ineluttabilmente proficuo capolavoro semantico inerente la vera essenza della “qualità della vita”, che pare inglobare altre prospettive come una galassia tiene assieme incalcolabili stelle?

   “L’ideologia della qualità della vita è la scienza che studia la qualità della vita in tutte le sue infinite sfumature. [...] Rielabora il concetto di qualità della vita come un equilibrato benessere tra un potpourri di fattori interni ed esterni al soggetto, ancorato saldamente ad una miriade di principi multidisciplinari vitali. Non solo principi fisici, chimici, biologici e fisiologici [...]. Desidera analizzare aspetti di primaria importanza che riguardano l’essenza della vita e la natura umana [...] aggiungendo costantemente, attraverso un rigoroso lavoro di analisi e di sintesi, le nuove conquiste conoscitive [...] anche con la revisione delle ideologie incomplete mediante una nuova ottica di benessere materiale e spirituale”!

Il brillante ed eccellentissimo artefice? È il teorico dei sistemi multidisciplinari applicati alla qualità della vita, Domenico Esposito, che al discernimento ed al preciso intendimento della stessa ha donato un’ampia porzione delle proprie, vastissime, risorse.

   Quale potrebbe risultare la miglior conclusione relativa?

Al culmine della preziosa e profonda citazione, saggiamente, risulta menzionata la “spiritualità”. Potrebbe esser paragonata ad una chiave essenziale per l’accesso alle porte che conducono ai sentieri percorribili per la miglior qualità della vita plausibile. Come acquietare l’acquolina di preziosa “spiritualità”, saggiando felicità e, soprattutto, gioia a prescindere dalle proprie circostanze? 

   Un fantastico corso gratuito, al 100 % e privo d’alcun impegno, fornisce un’ambita “chiave”! Una chiave che condurrà ad una miglior qualità della vita, già nell’immediato, mediante principi d’una saggezza superiore. Fornirà, finanche, solide e razionali motivazioni per confidare nell’adempimento di incantevoli prospettive future, mediante gemme attinte dall’incontaminata  fonte zampillante del più prezioso ed accurato libro che sia mai stato scritto!

Dr. F. C.

COME APPROFONDIRE?