Accademia Italiana per la Qualità della Vita

ufficio

  1. La prima verità assoluta è la vita, la seconda è la qualità della vita.
  2. La qualità della vita interessa l’uomo di ogni età, razza e religione.
  3. L’ideologia della qualità della vita è la scienza che studia le dinamiche dello sviluppo della società umana nel rispetto degli ecosistemi necessari al benessere dell’uomo. 

Armonia della Natura 

Madre Natura ci ha dato la vita. Nell’arco di questo processo del divenire ci riscalda, sazia la nostra sete e la nostra fame, ancor più ci da’ l’ossigeno, nonostante ciò non la rispettiamo, non la ringraziamo, non la gratifichiamo. Mi chiedo come farà l’uomo a rispettare ciò che lo circonda se non sa cosa significa rispetto? La mia speranza e che gli uomini abbiano il tempo e l’interesse di osservare la natura nei suoi valori più semplici e nello stesso tempo più profondi con l’intento di imparare a rispettare loro stessi in quanto animali e fratelli di tutte le cose e tutto quello che li circonda, imparando da ciò che li ha creati e gli ha dato la possibilità di pensare.

 PRODUZIONE RISERVATA (Copyright Domenico Esposito)

Proprietà letteraria riservata a Domenico Esposito. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere fotocopiata, riprodotta, archiviata, memorizzata o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo-elettronico, meccanico, digitale, se non nei termini previsti dalla legge che tutela il diritto d’Autore. Per ogni informazioni contattare direttamente l’autore all’indirizzo e-mail info@laqualitadellavita.it

logo-png AIQDVgriglia1mimmo12963744_1065738250158576_2991876556544153967_n

L’accademia Italiana per la Qualità della Vita, fondata nel 2008 da Domenico Esposito, teorico di sistemi multidisciplinari applicati alla qualità della vita, è la prima istituzione mondiale a promuovere la conoscenza umana secondo i canoni proposti dall’ideologia della qualità della vita definita la scienza che studia le dinamiche dello sviluppo della società umana nel rispetto degli ecosistemi necessari al benessere dell’uomo (Domenico Esposito, Napoli 2008).

L’Accademia Italiana per la Qualità della Vita, nasce per volontà del suo fondatore appassionato d’arte e di tutte le arti che dipendono dall’azione umana e non solo dall’uomo, poiché tutte queste permettono la vita e la qualità della stessa. Domenico Esposito ritiene che lo studio, l’indagine e la promozione debba essere naturalmente libera da ogni imposizione, e deve essere serena, aperta al confronto, rispettosa delle diversità, non competitiva, teorica e sperimentale, utile e concreta all’uomo nonché al territorio in cui si realizza l’esistenza dello stesso e di tutto ciò che è necessario alla sua sopravvivenza fisica e culturale.

Nello Statuto dell’Accademia Italiana per la Qualità della Vita figura:

  • Art. 1: L’Accademia Italiana per la Qualità della Vita, con sede in Napoli, ai sensi dell’art. 33 della Costituzione, che ne definisce i diritti e doveri, si dà i propri ordinamenti nei limiti stabiliti dalle leggi dello Stato Italiano. Essa ha lo scopo di promuovere, armonizzare, integrare e diffondere le conoscenze multidisciplinari passate, presenti e future, applicate all’ideologia della qualità della vita, quindi funzionali al benessere dell’uomo nel rispetto della bio-diversità e della cultu-diversità.
  • Art. 2
  • Art. 3
  • fotomimmoristorante

 

Breve riassunto del libro

ideologia della qualità della vita

che verrà pubblicato prossimamente….

L’ideologia della qualità della vita è una nuova scienza, che si fonda sul concetto di qualità della vita interpretato naturalmente come uno straordinario principio vitale della vita e della sua tutela, pertanto è una verità assoluta e trasversale che interessa tutti gli esseri viventi; che ha riguardato l’umanità di ieri, rivede quella di oggi e interesserà senz’alcun dubbio quella di domani.

Il concetto di qualità della vita che noi tutti conosciamo approssimativamente, qui diventa, oltre ogni sua classica manifestazione legata al vecchio concetto, un valido strumento multidisciplinare sistemico e trasversale per il miglioramento del benessere degli individui e dei territori.

Riunisce a se tutte le discipline scientifiche e umanistiche per un fine comune.

Si tratta di un modello di perfezione ideale politico, economico e sociale nuovo e migliorativo rispetto ai modelli che abbiamo conosciuto, basato su essenziali principi naturali, che trova la sua concretezza applicativa in ogni parte del mondo con strumenti, riforme e piani di sviluppo territoriali che si adeguano allo specifico territorio dopo accurate pianificazioni e con il metodo proposto dall’ideologia della qualità della vita.

È una teoria unificante, nell’era della conoscenza specialistica e del rispetto della biodiversità e della cultudiversità.

Inoltre è studio di non trascurabile importanza sulle cause prime che riguardano l’uomo e la società, non mancheranno ovviamente gli elementi critici e le soluzioni.

Lo scopo è determinare il rafforzamento dell’intero gruppo umano a vantaggio di tutti e degli equilibri naturali indispensabili alla qualità della vita.

La struttura del libro è composta in tre parti, suddivise per ragioni metodologiche, ma che in realtà sono unite tra loro.

Nella prima parte c’è la definizione dell’ideologia della qualità della vita come scienza della natura, mostrandone le sue caratteristiche multidisciplinari trasversali e di sintesi. In questa prima parte del libro vengono messe in evidenza le basi teoriche dell’ideologia della qualità della vita, che vedremo applicate in tutte le proposte e applicazioni della teoria, sia a livello locale e sia mondiale.

Nella seconda, la definizione si eleva a scienza del comportamento, qui la prospettiva diventa prettamente umana, assume una veste più politica, economica e sociale grazie a specifici indicatori, principi, relazioni matematiche e tecnologie informatiche, divenendo uno straordinario strumento applicativo per l’ambiente urbano, poiché mette in risalto ciò che oggi deteriora  o fa crescere il nostro benessere, riconducibile in buona parte alle influenze della politiche e dalle sue capacità di pianificazione, nonché di previsione.

Nella terza parte del libro, il discorso si estende all’umanità intera e viene applicato a livello mondiale, come è naturale che sia e in accordo con i principi della teoria.  

Quest’ultima parte inizia con la trattazione di un progetto particolare che ha lo scopo di applicare l’ideologia della qualità della vita a livello mondiale a partire della crescita felice dei territori, privilegiando in un primo momento quelli che hanno un buon potenziali di sviluppo purtroppo ancora una volta bloccato dall’incapacità politica, che mostra di non conoscere il territorio, non avendo idee e progetti economicamente sostenibili, né adeguati piani di sviluppo ben connessi per la crescita economica, facendo leva sul concetto di partenariato tra pubblico e privato ecc.

Il tutto andrebbe a migliorare l’attuale governo della globalizzazione liberista, cui nel libro sono stati messi in evidenza le criticità superabili dall’ideologia della qualità della vita in senso strettamente politico, economico e sociale.

Questo libro è di fondamentale importanza poiché individua le migliori strategie di sviluppo e di difesa, allontanando i rischi della non sostenibilità di alcuni modelli di crescita e dei debiti che hanno prodotto, che stanno mettendo a dura prova la tenuta economica e democratica, che avvantaggiano le istituzioni finanziarie e non l’economia reale, quest’ultima indispensabile alla qualità della vita dei paesi avanzati e di quelli in via di sviluppo.

La nuova geopolitica mondiale proposta dall’ideologia della qualità della vita darà più opportunità a tutti, maggiore crescita economica, quindi crescita occupazionale e demografica di qualità, riducendo il rischio dell’indicatore conflitto che genera estremismi pericolosi per la convivenza civile.

Il termine ideologia con questo libro, assume un significato positivo che interessa gli uomini di qualsiasi età, razza e religione, quindi non ha un connotato negativo come la tradizione marxista ci ha abituato a pensare con la critica che il filosofo Marx mosse giustamente all’idealismo tedesco, il quale lo giudicò manchevole di un’adeguata corrispondenza con la vita reale.

Dal punto di vista strettamente politico l’ideologia della qualità della vita è una mediazione tra il liberismo e lo statalismo, nell’era della tecnologia informatica ed è un valido superamento del vecchio schema ideologico contrapposto comunismo-capitalismo.

Il discorso complessivo è molto innovativo, fornisce al lettore una nuova prospettiva scientifica e culturale, nonché politica, economica e sociale con soluzioni ben strutturate e connesse tra loro, praticabili e assolutamente originali, nonché prioritarie se vogliamo affrontare concretamente le problematiche storiche della nostra epoca, non rinunciando, ma rivalutando tutto quello che di buono è stato conseguito dai nostri antenati.