Accademia Italiana per la QDV

LOGO AGGIORNATO A

  • La prima verità assoluta che Dio ci ha donato è la vita, la seconda è la qualità della vita.
  • La qualità della vita interessa l’uomo di ogni età, paese e religione.
  • L’ideologia della qualità della vita è la scienza che studia le dinamiche dello sviluppo della società umana nel rispetto degli ecosistemi necessari al benessere dell’uomo. 

 

accademia nuova

 EVENTI ACCADEMICI –>QUi

Pagina facebook dell’Accademia

Armonia della Natura 

Madre Natura ci ha dato la vita. Nell’arco di questo processo del divenire ci riscalda, sazia la nostra sete e la nostra fame, ancor più ci da’ l’ossigeno, nonostante ciò non la rispettiamo, non la ringraziamo, non la gratifichiamo. Mi chiedo come farà l’uomo a rispettare ciò che lo circonda se non sa cosa significa rispetto? La mia speranza e che gli uomini abbiano il tempo e l’interesse di osservare la natura nei suoi valori più semplici e nello stesso tempo più profondi con l’intento di imparare a rispettare loro stessi in quanto animali e fratelli di tutte le cose e tutto quello che li circonda, imparando da ciò che li ha creati e gli ha dato la possibilità di pensare.

12963744_1065738250158576_2991876556544153967_n

La Famiglia, la Scuola, gli Amici, i Progetti

L’accademia Italiana per la Qualità della Vita, fondata nel 2008 da Domenico Esposito, teorico di sistemi multidisciplinari applicati alla qualità della vita, è la prima istituzione mondiale a promuovere la conoscenza umana secondo i canoni proposti dall’ideologia della qualità della vita definita la scienza che studia le dinamiche dello sviluppo della società umana nel rispetto degli ecosistemi necessari al benessere dell’uomo (Domenico Esposito, Napoli 2008).

Ordina la tua copia cliccando qui

L’Accademia Italiana per la Qualità della Vita, nasce per volontà del suo fondatore appassionato d’arte e di tutte le arti che dipendono dall’azione umana e non solo dall’uomo, poiché tutte queste permettono la vita e la qualità della stessa. Domenico Esposito ritiene che lo studio, l’indagine e la promozione debba essere naturalmente libera da ogni imposizione, e deve essere serena, aperta al confronto, rispettosa delle diversità, non competitiva, teorica e sperimentale, utile e concreta all’uomo nonché al territorio in cui si realizza l’esistenza dello stesso e di tutto ciò che è necessario alla sua sopravvivenza fisica e culturale.

Nello Statuto dell’Accademia Italiana per la Qualità della Vita figura:

  • Art. 1: L’Accademia Italiana per la Qualità della Vita, con sede in Napoli, ai sensi dell’art. 33 della Costituzione, che ne definisce i diritti e doveri, si dà i propri ordinamenti nei limiti stabiliti dalle leggi dello Stato Italiano. Essa ha lo scopo di promuovere, armonizzare, integrare e diffondere le conoscenze multidisciplinari passate, presenti e future, applicate all’ideologia della qualità della vita, quindi funzionali al benessere dell’uomo nel rispetto della bio-diversità e della cultu-diversità.
  • Art. 2
  • Art. 3

Valori civici dell’IQDV 

Libertà: è un sentimento fisiologico subordinato ad un equilibrio di benessere, in quanto tale dipende in maniera più o meno diretta dai valori, dai diritti e dai doveri di ognuno. Non esiste la libertà assoluta, ma una libertà limitata volta a garantire il proprio equilibrio di benessere nel rispetto di quello altrui, dunque della libertà altrui. Ciò significa che la propria libertà personale dipende dalla libertà degli altri e quindi dall’equilibrio di benessere di altri. Squilibri ed instabilità relazionale tra individui nascono spesso nel momento in cui la libertà di uno (o di un gruppo) prevarica su quella del prossimo. È quindi necessario autolimitare in maniera ragionevole l’esercizio della libertà personale al fine di garantire un migliore equilibrio di benessere per tutti.

Solidarietà: rappresenta il fondamento delle relazioni sociali amichevoli. Aiutare spontaneamente il prossimo, specialmente se in particolari difficoltà, accresce la forza di tutto il tessuto sociale e territoriale. La solidarietà incrementa il senso di unione tra i membri di una comunità, e tali legami tra individui e gruppi sociali diventano sempre più saldi e rispettosi, con il risultato di un generale aumento della qualità della vita.

Responsabilità: il rispetto degli impegni e delle regole concordate è un valore incontestabile. L’educazione alla responsabilità ci aiuta ad essere credibili e ad acquisire fiducia presso la nostra comunità. Essere figli responsabili in casa, rispettando gli impegni concordati con i propri genitori, ed essere studenti responsabili a scuola, rispettando gli impegni con i professori e studiando diligentemente, ci aiuterà a raggiungere un buon equilibrio di benessere poiché otterremo riconoscenza ed impareremo la gratitudine.

Rispetto: ogni individuo, pur diverso dall’altro a noi più simile, va rispettato in quanto tale. Rispettare se stessi e la propria fisiologia, così come rispettare tutto ciò che ci circonda e la vita in tutte le sue manifestazioni, ci aiuta a vivere in armonia con il creato. Il rispetto è quindi un valore indispensabile alla stabilità del proprio equilibrio di benessere.

Giustizia: giudicare con coscienza ed equità noi stessi così come il mondo che ci circonda aiuta ad accrescere la nostra consapevolezza ed amplia la nostra coscienza, che per garantirsi un equilibrio funzionale al benessere ha bisogno di un metro di paragone (e quindi di giudizio) che sia adeguato e rispettoso, così da aiutarci a intraprendere scelte giuste ed orientate dall’esperienza ben interiorizzata dei nostri valori di riferimento.

Cooperazione: essere riconosciuto dal proprio gruppo sociale grazie al proprio contributo rientra tra le massime aspirazione di ognuno, poiché aiuta a vivere meglio e a raggiungere un buon equilibrio di benessere. Perciò adoperarsi per qualcosa che sia funzionale al benessere di qualcun altro è come una direttiva scritta nel nostro DNA. Si può cooperare in tanti modi: facendo semplicemente bene ciò che si è scelto di fare per qualcuno, ad es.; si può cooperare per il bene sociale e comune, o per aiutare i più bisognosi, secondo il principio di solidarietà.

Onestà: per una coscienza matura e ben strutturata è fondamentale essere se stessi ed essere in grado di onorare la propria esistenza nel rispetto dei valori funzionali alla qualità della vita, sia personale che collettiva. Una persona può dirsi onesta quando comprende e rispetta i limiti della propria libertà rispetto a quella altrui, e sa riconoscere i propri errori. La disonestà è destinata al fallimento.

Sincerità: quanto detto per l’onestà è altrettanto valido per la sincerità. Per tutelare se stessi ed il proprio equilibrio di benessere è bene essere sinceri nelle proprie relazioni, poiché diversamente verrebbero a mancare i presupposti necessari ad una convivenza pacifica e reciprocamente vantaggiosa.

Cortesia: il saper vivere secondo determinati canoni di armonia, bontà, gentilezza, bellezza, educazione e collaborazione, relazionandosi conseguentemente con modi giusti, rispettosi, equilibrati e responsabili, aiuta ad essere maggiormente apprezzati e contribuisce in modo decisivo al nostro equilibrio di benessere.

Autonomia: è lo spazio personale che caratterizza la soggettività libera dell’individuo, che lo rende diverso e libero (nei limiti suddetti) rispetto ai propri simili. È fondamentale per il processo di autodeterminazione, funzionale al particolare equilibrio di benessere dei singoli soggetti.

spilla accademia

L’Ideologia della qualità della vita, quarta edizione, Napoli 2018 a cura di

Domenico Esposito,

vai su questo link –> per ordinare IQDV

alfieri della qdv napoli

 ERA DIGITALE 2

acc6p7A1   IMG_0160 proiezione 38A9625B-43B2-4AD3-B5FF-E7DAC0594F1D acc1   scba a7

IQDV FOTO

Quarta edizione dell’Ideologia della qualità della vita